BMW Group e Great Wall Motor firmano un accordo di joint venture per i veicoli elettrici MINI in Cina

cccIl BMW Group e il produttore cinese Great Wall Motor hanno firmato oggi un accordo per la produzione di veicoli elettrici MINI attraverso una nuova joint venture 50:50 con sede in Cina. Durante un evento riguardo la guida autonoma e connessa al quale hanno partecipato il Premier cinese Li Keqiang e la Cancelliera tedesca Angela Merkel a Berlino, il BMW Group e Great Wall Motor si sono impegnati a fondare una nuova joint venture, “Spotlight Automotive Limited”, per lo sviluppo e la produzione di veicoli elettrici in Cina. Oltre ai veicoli elettrici MINI, la joint venture produrrà anche veicoli elettrici per Great Wall Motor. La costituzione della nuova società è soggetta all’approvazione delle autorità cinesi competenti e al completamento delle procedure di registrazione delle imprese. La joint venture sarà situata nella provincia di Jiangsu, dove entrambi i partner creeranno insieme un nuovo stabilimento di produzione all’avanguardia. La produzione di futuri veicoli MINI elettrici a batteria in Cina, il più grande mercato al mondo per l’elettromobilità, è un elemento chiave del continuo sviluppo strategico di MINI nell’ambito della Strategia NUMBER ONE > NEXT del BMW Group. La mossa di oggi segue la “lettera di intenti” firmata con Great Wall Motor il 23 febbraio 2018. Si tratta di un altro significativo passo verso il futuro elettrificato del marchio MINI, che si aggiunge all’avvio della produzione il prossimo anno della prima MINI elettrica a batteria nello stabilimento principale del marchio a Oxford. “La firma di oggi rappresenta un nuovo livello di cooperazione tra Cina e Germania”, ha dichiarato Harald Krüger, presidente del consiglio di amministrazione di BMW AG, durante la cerimonia della firma. “Questa partnership strategica è chiaramente una situazione vantaggiosa sia per il BMW Group che per Great Wall Motor, che ci consente di contribuire agli ambiziosi piani cinesi di incrementare il numero di veicoli elettrici e ridurre le emissioni nel settore della mobilità”, ha spiegato Krüger. L’accordo di joint venture è stato firmato da Wei Jianjun, fondatore e presidente di Great Wall Motor, e Klaus Fröhlich, membro del consiglio di amministrazione di BMW AG per lo sviluppo. “I punti di forza e le competenze di entrambe le società si completano a vicenda”, ha affermato Fröhlich. “La nostra esperienza come pionieri e leader nel campo dell’elettrificazione, insieme alla comprovata esperienza di Great Wall Motor nell’industrializzazione efficiente, ci consentono di guidare insieme la crescita del più grande mercato al mondo per la mobilità elettrica”, ha proseguito Fröhlich. “Con il nostro approccio congiunto, possiamo aumentare rapidamente la produzione e aumentare l’efficienza nel segmento altamente competitivo dei veicoli elettrici compatti”. “La firma di oggi apre un nuovo capitolo nella cooperazione sino-tedesca”, ha dichiarato Wei Jianjun. “Great Wall Motor e il BMW Group condividono l’impegno a promuovere veicoli spinti da energie alternative. Con la forza combinata di entrambi i partner, la nostra nuova joint venture accelererà l’adozione di veicoli elettrici “, ha proseguito Wei. Il BMW Group è fermamente impegnato a continuare la cooperazione di successo con la struttura e i canali di vendita stabiliti in Cina e non ha in programma di creare un’organizzazione di vendita aggiuntiva in Cina per i futuri veicoli elettrici MINI che verranno da questa joint venture. Le attività della joint venture si concentreranno sullo sviluppo, l’approvvigionamento e la produzione di veicoli elettrici per il mercato cinese. Come annunciato ieri, il BMW Group amplierà ulteriormente la sua joint venture BMW Brilliance Automotive (BBA) di grande successo in Cina con il suo partner, Brilliance. Negli ultimi anni, BBA è diventata una pietra miliare del successo del marchio BMW nel suo più grande mercato. Circa 560.000 veicoli a marchio BMW sono stati consegnati ai clienti in Cina nel 2017, più che negli altri due mercati più grandi, Stati Uniti e Germania, messi insieme. I due terzi di tutti i veicoli BMW venduti in Cina lo scorso anno sono stati prodotti da BBA. Nel 2017, la Cina è stata il quarto mercato più grande della MINI, con circa 35.000 unità consegnate. Ciò sottolinea l’ulteriore potenziale globale del marchio, che ora sarà supportato in modo significativo attraverso la joint venture con Great Wall Motor. La strategia vincente alla base della continua espansione della rete di produzione globale del BMW Group obbedisce a una chiara regola: la produzione segue il mercato. Ciò significa che l’aumento della produzione nei nostri maggiori mercati non determina una corrispondente diminuzione della produzione in altri stabilimenti, ma piuttosto il contrario. Ad esempio, sebbene la produzione BMW in Cina e negli Stati Uniti sia aumentata significativamente tra il 2007 e il 2017, la produzione in Germania in quel periodo è cresciuta di quasi un quarto, arrivando a circa 1,15 milioni di veicoli all’anno. Una simile strategia di espansione potrebbe quindi accelerare significativamente lo sviluppo del marchio MINI, senza mettere in discussione l’impegno del BMW Group nel Regno Unito, dove la società ha effettuato investimenti significativi.

stardrivers.tv

Lascia un commento