Nissan e UEFA Champions League per un futuro senza emissioni di carbonio

Il primo dei quattro anni di partnership di Nissan con la UEFA Champions League si è concluso lasciando un segno importante dell’impegno di Nissan per un futuro senza emissioni di carbonio. Oltre un centinaio di veicoli elettrici sono stati schierati a Berlino, città della finale di Champions League, mentre sono stati installati 129 punti di ricarica per le strade della capitale tedesca. Nissan, con oltre 185.000 veicoli elettrici ­ di cui 180.000 LEAF, l’auto 100% elettrica leader nel mercato globale ­ venduti in tutto il mondo, più di ogni altro produttore di automobili, ha dimostrato durante la finale di Champions League il suo impegno nello sviluppo di tecnologie capaci di ridefinire la mobilità del futuro, sulla base dell’impatto significativo che i veicoli elettrici possono avere sulle nostre principali città. Nel corso della Finale di Berlino, infatti, la gamma EV Nissan ha trasportato 1.466 ospiti, percorrendo 23.130 chilometri con una carica di 3.932 kWh. Le vendite dei veicoli elettrici Nissan in Europa hanno raggiunto quota 11.360 unità nella prima metà del 2015, dato che conferma la leadership di Nissan nel settore delle auto completamente elettriche. Basti pensare che, soltanto nel Regno Unito le vendite di LEAF hanno superato le 10.000 unità dal lancio (per la precisione 10.160). Bastien Schupp, Vice Presidente Marketing Nissan Europa ha dichiarato: “Nissan è ‘Innovation that Excites’ e per questo cerchiamo sempre di oltrepassare i limiti in tutto ciò che facciamo. Sappiamo che il mondo in cui viviamo sta cambiando ad un ritmo incessante e le città diventano sovraffollate, stressando così maggiormente le infrastrutture e le forniture di energia. Ecco perché Nissan ha lavorato a stretto contatto con la UEFA in occasione della Finale, cercando di contribuire a ridurre l’impatto ambientale sulla città coinvolta in questo spettacolo sportivo mondiale”. Inoltre, Nissan ha mostrato la sua leadership nei veicoli elettrici ai circa 300.000 visitatori del Champions Festival alla Porta di Brandeburgo, nel centro della città, e ha lanciato il PART e­ VAN a zero emissioni. E, poi, un’installazione speciale è stata pensata per incoraggiare i tifosi a generare una quantità equivalente di energia che è servita ad alimentare la “corsa del trofeo” verso la finale. Il giorno del match, infatti, un modello e­NV200 personalizzato ha trasportato il trofeo dall’UEFA Champions Festival verso l’Olympiastadion. A seguito del suo debutto a Berlino, il PARTe­VAN, l’e­NV200 100% elettrico che è stato appositamente trasformato nel top dei party su ruote ha iniziato il suo roadshow in Europa che durerà tutta l’estate. Questo è solo un esempio di come Nissan sta lavorando per portare le tecnologie del futuro sul mercato. In qualità di pioniera della rivoluzione della mobilità elettrica, Nissan è stata presente sin dall’inizio ed è ancora qui oggi, con la più vasta clientela di veicoli elettrici che ha guidato oltre 1 miliardo di km a zero emissioni in giro per il mondo. Nissan è lo sponsor automotive globale ufficiale della Supercoppa UEFA e della UEFA Champions League, con un accordo che prevede la copertura di quattro stagioni dal 2014/2015 al 2017/2018. In qualità di partner ufficiale, Nissan sarà coinvolta nella più prestigiosa competizione calcistica Europea attraverso una serie di prodotti e servizi esclusivi.

stardrivers.tv

Firmato oggi il nuovo contratto di lavoro

Fiat Chrysler Automobiles e CNH Industrial hanno firmato oggi con Fim-Cisl, Uilm-Uil, Fismic, Ugl metalmeccanici e Associazione quadri e capi Fiat il rinnovo del Contratto Collettivo Specifico di Lavoro (CCSL) valido per gli 85 mila dipendenti dei due gruppi in Italia. Il contratto – in vigore per il quadriennio 2015-2018 – prevede un innovativo sistema retributivo basato sul raggiungimento di obiettivi di efficienza e redditività. Se saranno raggiunti, per i dipendenti sono previste erogazioni comprese tra i 7.000 e i 10.700 euro nell’intero periodo di validità del contratto. Questo sistema è già applicato da due mesi nel settore Auto di FCA e, con la firma di oggi, viene esteso a tutte le diverse società dei due Gruppi. Oltre al nuovo sistema retributivo, il contratto appena siglato ha altre rilevanti novità. Ad esempio la previsione di una “turnistica” a ciclo continuo (con 20 turni settimanali) sul modello già applicato con successo nello stabilimento di Melfi e, per i neo assunti di FCA, un inquadramento sperimentale con tre soli livelli rispetto agli otto attuali. Rivisto profondamente anche il sistema delle relazioni sindacali. Nello spirito di favorire un maggior coordinamento e una più stretta collaborazione tra le diverse sigle sindacali, è stata prevista la costituzione di un organo unitario dei rappresentanti sindacali nelle singole unità produttive che costituirà l’unico interlocutore con l’azienda a livello di stabilimento e si esprimerà esclusivamente a maggioranza assoluta dei suoi membri. Con il nuovo sistema retributivo e con le altre innovazioni che lo accompagnano, FCA e CNH Industrial ritengono di aver compiuto un importante passo in avanti verso un coinvolgimento ampio e maturo delle persone che lavorano per raggiungere gli obiettivi strategici dei due Gruppi. Un coinvolgimento che vede proattivamente al fianco delle aziende tutte le Organizzazioni Sindacali che fin dall’inizio di questo percorso di rinnovamento hanno condiviso gli obiettivi per il rinnovo del nuovo contratto e quelli industriali, che FCA e CNH Industrial si sono posti.

stardrivers.tv