La nuova Jaguar XFR-S presentata al Salone di Los Angeles Auto 2012

Il secondo modello a prestazioni ultra-elevate della serie Jaguar R-S, la XFR-S, si
unisce alla XKR-S nell’esclusivo club dei 300 km/h, rappresentando una vivida
espressione della lunga e leggendaria eredità delle berline sportive Jaguar.
La XFR-S racchiude in sé alcune delle caratteristiche della XKR-S e della nuova
sportiva due-posti F-TYPE, per la più focalizzata sul guidatore, la più agile e la più
reattiva della gamma delle berline Jaguar XF. La XFR-S è stata sviluppata dalla
divisione specialistica ETO di Jaguar Land Rover.

Queste elettrizzanti prestazioni derivano dal motore a benzina 5.0 litri V8
sovralimentato che eroga 550 Cv e 680 Nm – 40 Cv e 55 Nm in più rispetto alla XFR.
Incrementi resi possibili da modifiche apportate al sistema di gestione motore e
all’ottimizzazione dei flussi d’aria in ingresso e in uscita dal motore.
Equipaggiata con il cambio a otto marce con la tecnologia Jaguar Quickshift
(sviluppata per la F-TYPE), l’aumento della potenza del motore consente alla XFR-S
di accelerare da 0 a 100 km/h in 4.6 secondi, con una velocità massima limitata
elettronicamente a 300km/h.
Il flusso dell’aria è stato accuratamente studiato per permettere al motore di
funzionare al massimo dell’efficienza e consentire all’auto di fendere l’aria in maniera
pulita e sicura. Le modifiche alla carrozzeria hanno creato un aspetto tipicamente
assertivo, a partire dalla sezione inferiore del paraurti anteriore con le prese d’aria
più larghe, alette verticali e splitter anteriore in fibra di carbonio.
Longheroni più bassi ed esclusive lame aerodinamiche garantiscono un passaggio
dell’aria più pulito lungo il lato della vettura e verso i lati più bassi del paraurti
posteriore, mentre un diffusore posteriore in fibra di carbonio tra i terminali di scarico
si estende sotto la parte posteriore della XFR-S per ridurre il sollevamento. Viene
aiutato in questo da uno spoiler montato sul cofano posteriore. Il sollevamento
complessivo è ridotto del 68%.
Gli esclusivi cerchi in lega leggera da 20” Varuna, sono più larghi e sono equipaggiati
con pneumatici Pirelli specificatamente sviluppati, che conferiscono alla XFR-S un
aspetto più muscolare, incrementando la sua aderenza e stabilità. Oltre ciò,
un’ampia revisione delle sospensioni serve ad aumentare la rigidità laterale della
sospensione del 30% per una maggiore precisione dello sterzo e migliore reattività.
La revisione della taratura delle molle e la regolazione degli ammortizzatori adattivi
aumentano la sensazione di connettività diretta con l’asfalto, trasmettendo una
maneggevolezza che ispira sicurezza e una guida controllata. Il differenziale
elettronico attivo ricalibrato e le regolazioni del Dynamic Stability Control consentono
ai guidatori più entusiasti di sfruttare al meglio l’enorme potenziale della XFR-S.
L’intenzione dell’auto è sottolineata dalla scelta dei materiali utilizzati per gli interni.
Tra questi, la pelle in carbonio sui cuscini dei sedili e i braccioli e un cruscotto in Dark
Aluminium, entrambi esclusivi per la gamma R-S. Un ulteriore tocco esclusivo è la
scelta delle cuciture e delle bordature in contrasto che possono abbinate allo schema
dei colori disponibili per l’esterno.

MINI goes to Santa Claus Quinta tappa, Stoccolma – Umea (639 km)

E’ iniziata dalla capitale svedese la quinta tappa di MINI goes to Santa
Claus. A Stoccolma la Famiglia MINI è passata davanti a Palazzo Nobel
dove sono pronti i preparativi per allestire il famoso albero di Natale.
Altre due MINI, ritirate presso la sede di BMW Group Northern Europe di
Stoccolma, si sono aggiunte alla flotta che è arrivata così a dieci modelli,
componendo davvero una Grande Famiglia MINI. Durante il viaggio le MINI hanno comunicato tra loro via radio scambiandosi importanti dettagli sulla road-map verso Rovaniemi. La Famiglia MINI è poi passata da Mankarbo, un incantevole e fiabesco paesino con le tipiche case rosse svedesi. Qui gli abitanti sono soliti collocare deliziose lucine sui davanzali delle finestre per avere un po’ più di luce, a colmare l’illuminazione solare che è davvero una rarità a causa della latitudine. A rendere l’atmosfera ancor più magica e natalizia ci ha pensato la neve, tanto copiosa da trasformarsi in bufera! Dopo un lungo tragitto, in serata la carovana di MINI goes to Santa Claus è arrivata ad Umea. Ultima tappa di viaggio per la Famiglia MINI che è ripartita da Umea alla volta di Rovaniemi.