Test Drive Chevrolet Camaro 3.6L V6-312cv‏ in collaborazione con CMF Europe – Centro Meridionale Fuoristrada e PISTA ITALIA Castelvolturno

Chevrolet Camaro, vera e propria icona automobilistica ha conquistato un posto nei cuori e nei garage di tanti appassionati con quasi 4.8 milioni di unità prodotte negli USA tra il 1967 ed il 2002. Dopo oltre 40 anni di onorata carriera in America , la Chevrolet Camaro è pronta per lo sbarco in Europa.
Esterni.
Quest’ultima serie della Camaro riprende gli stilemi della prima generazione, quella degli anni ’60, ciò nonostante non rinuncia ad alcuni interventi estetici a vantaggio della aereodinamica come il parabrezza inclinato. Conoscendo le serie precedenti, la nuova Camaro richiama il passato, tuttavia lo stile non è troppo retrò. Il frontale a forma di “V”, le prese d’aria laterali inserite nei pannelli posteriori ed i fianchi larghi, sono gli elementi distintivi della Camaro. Pensate che la fusione di elementi tradizionali e moderni è stata espressamente voluta dai progettisti.
Interni.
Molto curati e raffinati gli interni, un giusto equilibrio tra tradizione e modernità. La coppia di strumenti circolari del cruscotto, incastrati in profondità in alloggiamenti quadrati, richiamano le Camaro del passato. La qualità non manca, grandi comandi cromati , superfici semilucide e tessuti pregiati. Grazie all’avanzata tecnologia di sottili led tubolari, l’abitacolo acquista un ‘atmosfera calda ed accogliente.
Meccanica.
Sotto la pelle della Camaro troviamo la nuova piattaforma mondiale GM per i modelli a trazione posteriore che garantisce una validissima struttura che migliora la sicurezza, tenuta di strada e manegevolezza. Le sospensioni anteriori sono di tipo multilink con giunti a doppia sfera mentre le originali sospensioni posteriori indipendenti a 4,5 punti di attacco garantiscono un comportamento ancora più confortevole. Chevrolet non ha risparmiato nulla in sicurezza: sei airbag di serie.
Motori.
La versione che abbiamo testato è equipaggiata da un 3.6 V6 da 312 cv, ha una coppia di 370 Nm a 5100 giri/min, scatta da 0-100 km/h in 6,2 s e raggiunge una velocità massima di 245 km/h consumando 10,5 l/100 km. Camaro è disponibile anche con un 6.2 da 426 cv con una coppia di 571 Nm. A richiesta è disponibile anche con il cambio manuale a sei rapporti in alternativa all’automatico.
In pista.
La trazione posteriore si sente, abbastanza rapida negli innesti la trasmissione Hydra-Matic 6L50 a controllo elettronico automatico a 6 rapporti. Non manca il controllo elettronico di stabilità Stabilitrak. Per sfruttare al meglio le prestazioni della vettura si può utilizzare la modalità competitive/sport.

Luca Dragotti

Share this:
Share this page via Email Share this page via Stumble Upon Share this page via Digg this Share this page via Facebook Share this page via Twitter