Nissan premiata per la tecnologia di guida autonoma con il “Japan Car of the Year Innovation Award 2016-2017”

YOKOHAMA, Giappone – La nuova Nissan Serena con tecnologia di guida autonoma ProPILOT vince il premio “Japan Car of the Year Innovation Award 2016-2017”. Il titolo è stato conferito in seguito a una serie di test effettuati dalla giuria J-COTY, durante la cerimonia di premiazione svolta presso il Tokyo International Exchange Center.

La giuria J-COTY ha assegnato l’Innovation Award a Nissan Serena con tecnologia ProPILOT “per i sistemi di sicurezza all’avanguardia offerti. Questa tecnologia, disponibile su un veicolo dal prezzo accessibile, rappresenta un notevole passo in avanti nella diffusione di sistemi di sicurezza e comfort alla portata di tutti. Sono stati inoltre apprezzate le funzionalità legate alla doppia porta posteriore e alla porta laterale scorrevole con comodo meccanismo hands-free”.

Nissan Serena di quinta generazione con ProPILOT, definita “spaziosa, pratica e divertente” è in vendita dallo scorso agosto 2016 e si presenta completamente rinnovata, incontrando così il favore dei clienti giapponesi. A partire dal lancio Nissan ha ricevuto oltre 30.000 ordini.

Il successo di Nissan Serena è legato anche alla tecnologia di guida autonoma ProPILOT, un pilastro della visione “Intelligent Mobility” di Nissan. La prima fase di ProPILOT presente su Nissan Serena permette di procedere in autonomia in autostrada rimanendo all’interno della singola corsia e di utilizzare lo STOP & GO per mantenere la distanza di sicurezza in condizioni di traffico intenso.

Queste funzioni di Intelligent Drive sono una novità assoluta per il segmento e un’anteprima per i progetti Nissan in Giappone e nel resto del mondo.

A novembre, Nissan Serena con tecnologia di guida autonoma ProPILOT ha conquistato i premi “RJC Car of the Year” e “Technology of the Year” per l’edizione 2016, a seguito del parere espresso dalla giuria RJC (Automotive Researchers’ and Journalists’ Conference of Japan). Il premio “Japan Car of the Year Innovation Award” conferma che Nissan Serena è il prodotto giusto al momento giusto e la tecnologia di guida autonoma ProPILOT risponde esattamente alle principali esigenze dei clienti.

Abarth 124 Rally: pronta a entrare in gara

Proseguono a ritmo serrato i test dell’Abarth 124 Rally, vettura che segna il rientro della Casa dello Scorpione in questa affascinante e impegnativa specialità, con un’auto competitiva e adatta alle esigenze dei team e dei piloti privati. Dopo i tanti chilometri macinati  nel Centro Sperimentale di Balocco, l’Abarth 124 Rally ha affrontato un percorso rallystico nell’entroterra sanremese. E proprio su queste strade, teatro per anni della scena mondiale della specialità, che i Team hanno potuto gustare in anteprima le spettacolari caratteristiche tecniche dell’auto a fianco dei piloti e dei collaudatori che stanno sviluppando la vettura in vista degli impegni agonistici della prossima stagione.

Abarth 124 Rally  sarà omologata nella categoria R-Gt e può pertanto partecipare a tutte le competizioni internazionali e alla maggior parte di quelle nazionali. Abarth sta approntando un trofeo promozionale basato sulla partecipazione a 7 gare valide per il Campionato Italiano Rally, e un challenge internazionale, il cui calendario verrà stabilito scegliendo gli eventi tra le prove più significative dei calendari nazionali.

Abarth con questa auto intende avviare un programma rivolto ai propri clienti e sta mettendo a punto molte iniziative a favore dei piloti e dei team che sceglieranno la 124 rally. In particolare oltre ad un montepremi di gara e finale destinato sia ai piloti che ai team, è prevista un’area hospitality, e supporto tecnico in gara da parte di Abarth con vendita diretta dei ricambi. Particolare attenzione verrà rivolta, come nella tradizione dei campionati promozionali dello Scorpione, ai giovani, che avranno una classifica a loro dedicata. Il migliore under 23 prenderà parte al Super Corso federale di Aci Sport e parteciperà con una 124 rally ufficiale al Rally di Montecarlo dell’anno successivo. Un premio che vale soprattutto in termini di esperienza e di prestigio, vista la qualità dei partecipanti alla prova d’apertura del Campionato Mondiale Rally.

Chi corre con Abarth sa di poter contare su una vettura competitiva, spettacolare e dalla facile gestione, grazie anche alla garanzia di un marchio che in passato ha costruito automobili vincenti: dalla Fiat 124 Abarth Rally campione d’Europa nel 1975, alla 131 Abarth Rally tre volte campione del Mondo nel 1977, 1978 e 1980, per passare poi al lungo periodo di egemonia delle Lancia preparate dagli uomini dell’Abarth.

La nuova Abarth 124 rally è infatti un concentrato di pura tecnologia e prestazioni, nato dall’esperienza della Squadra Corse Abarth per riportare lo Scorpione sui tracciati da rally più gloriosi e impegnativi, dalle prove speciali dove l’asfalto è più rovente e quelle rese insidiose dal ghiaccio più scivoloso.

stardrivers.tv